Chirurgia Parodontale

CHIRURGIA PARODONTALE RICOSTRUTTIVA

La chirurgia parodontale si riferisce alla chirurgia intorno ai denti e sotto la linea gengivale ed è utilizzata per trattare i tessuti della bocca affetti da malattia parodontale o piorrea, un’infezione batterica cronica che attacca le gengive, i legamenti e l’osso che circonda il dente. Grazie alla chirurgia parodontale è possibile pulire i tessuti contaminati, levigare le superfici radicolari del dente danneggiato ed eliminare le tasche di infezione. La chirurgia parodontale può sostituire o ricostruire le strutture danneggiate utilizzando materiali simili all’osso e anche trapiantare il tessuto perso dalle gengive. In questo modo, le gengive possono essere riattaccate alla base dei denti.

L’intervento viene solitamente eseguito per rimuovere placca e tartaro dal dente e sotto le gengive e per curare altre malattie e infezioni dei denti. come la parodontite e la malattia parodontale, un’infezione aggressiva che distrugge le strutture dei denti e provoca la perdita dei denti .

gengive milano

Procedure di chirurgia parodontale

Lo scopo della chirurgia parodontale è rimuovere i batteri da sotto le gengive, rimodellare i tessuti ossei che sostengono i denti e prevenire ulteriori danni alle gengive.

L’intervento viene eseguito di solito in anestesia locale. È il dentista che, in funzione del singolo caso, sceglie la procedura più indicata. Nello Studio Dentistico Riceputi&Co di Milano eseguiamo tutte le procedure chirurgiche, tra cui:

Chirurgia con lembo gengivale

Questa procedura è più comunemente utilizzata per i pazienti che hanno avuto la parodontite e viene utilizzata per eliminare le tasche parodontali. La gengiva viene tagliata per separarla dai denti, i denti sotto il bordo gengivale vengono quindi puliti utilizzando apparecchiature ad ultrasuoni e strumenti manuali, quindi la gengiva viene suturata nella posizione corretta.

Gengivectomia

Nei casi in cui le gengive iniziano a crescere eccessivamente sui denti, il tessuto gengivale in eccesso viene rimosso. Se la struttura ossea di supporto è stata danneggiata da malattie gengivali, causando l’allentamento o l’instabilità dei denti, potrebbe essere necessario un innesto osseo. Il materiale dell’innesto può essere prelevato dai propri tessuti ossei, essere creato da osso sintetico o può essere osso donato. Dopo l’innesto, viene promossa la crescita ossea naturale per rendere i denti più stabili.

Innesti di tessuti molli

Se le gengive iniziano a recedere, è possibile prelevare il tessuto dal palato del paziente e innestarlo in posizione per sostituire la gengiva mancante o retratta.

Rigenerazione tissutale guidata

Piccoli pezzi di tessuto, prelevati dal paziente, vengono posizionati tra l’osso e il tessuto gengivale. Ciò promuove la ricrescita dei tessuti delle gengive sane quando le gengive si sono ritirate o sono state danneggiate dalla malattia.

Chirurgia dentale

Dopo la chirurgia parodontale

Dopo l’intervento chirurgico il recupero dipende dalla gravità della malattia e dal tipo di intervento eseguito anche se, mediamente, entro un giorno o due dall’intervento è possibile tornare alle normali attività.

 

In alcuni casi potrebbe essere necessario mangiare cibi morbidi per una o due settimane dopo l’intervento chirurgico e potrebbe essere raccomandato di evitare le bevande calde.

× Scrivici su Whatsapp Available from 07:00 to 20:00 Available on SundayMondayTuesdayWednesdayThursdayFridaySaturday