Servizi

ENDODONZIA

Cura la patologia della polpa dentaria. In seguito ad una carie profonda e relativa contaminazione batterica, oppure in seguito ad un trauma, la polpa va incontro ad infiammazione ed infezione causando il quadro clinico, spesso doloroso, della pulpite. Tale infezione può propagarsi al di fuori dell’apice delle radice dentaria e diffondersi all’osso alveolare circostante provocando ascessi o granulomi che possono evolvere in neoformazioni cistiche. Prestazioni:

  • Devitalizzazioni: si elimina il fascio vascolo nervoso del dente, si deterge e si sagoma il canale e si ottura lo spazio con materiali adeguati
  • Cure canalari: medicazioni intermedie che riguardano le terapie di granulomi, di riassorbimenti canalari, di apecificazioni di denti con apice immaturo
  • Ritrattamenti canalari di denti in cui la precedente cura endodontica non è stata correttamente eseguita o è fallita

La buona riuscita di una terapia endodontica può essere ottenuta solo con la conoscenza dell’esatta misurazione della lunghezza del canale radicolare; solo in tal modo l’operatore è in grado di eseguire correttamente la sagomatura e l’otturazione dei canali stessi. Il rilevatore permette di effettuare con precisione tale misurazione e di evitare la radiografia endorale necessaria per il controllo della posizione in apice della lima endodontica dalla quale si deduce la lunghezza canalare.

endodonzia

CONSERVATIVA E RESTAURATIVA ESTETICA

Si occupa della conservazione dei denti e della loro ricostruzione estetica. Prestazioni:

  • Otturazioni e ricostruzioni con materiali innovativi e affidabili e con risultati estetici eccellenti
  • Faccette ed intarsi che comportano la preparazione della cavità o superficie risanata, la presa dell’impronta, le varie prove e la cementazione finale. Sono ricostruzioni sicure, molto valide esteticamente e stabili e durevoli nel tempo.
  • Corone in ceramica integrali (senza metallo)
  • Ricostruzione preprotesica di denti devitalizzati con perni in fibra di carbonio per una maggiore ritenzione e stabilità nel tempo.
conservativa

IGIENE E PREVENZIONE

Con un programma mirato ed individuale si abbatte il rischio d’insorgenza della carie e della malattia parodontale. Prestazioni:

  • Motivazione del paziente all’igiene orale
  • Pulizia professionale dei denti con rimozione di placca e tartaro e controlli periodici Fluoroprofilassi topica
  • Prevenzione della malattia cariosa con sigillatura dei solchi che impedisce ai batteri di annidarsi in determinate zone
  • Prevenzione e stabilizzazione della malattia parodontale con terapia conservativa, non chirurgica, come curettage e levigatura radicolare Sbiancamento con l‘utilizzo di diversi sistemi
  • Terapia desensibilizzante
igiene

SBIANCAMENTO

La variazione di colore dei denti può essere causata da vari fattori:

  • alterazioni congenite dello smalto
  • assunzione di specifici antibiotici (tetracicline) durante la fase di sviluppo dei denti
  • fluorosi dei denti a causa di un eccessivo dosaggio di fluoro
  • dente non vitale o trattamento radicolare
  • pigmentazione attraverso l’assunzione prolungata di tè, caffè, vino, fumo, ecc.
  • età: generalmente i denti diventano più scuri con l’avanzare dell’età, esiste però anche un tono di colore individuale e congenito, che varia notevolmente da una persona all’altra

Le tecniche di sbiancamento si dividono in:

  • sbiancamento esterno di denti vitali
  • sbiancamento interno di denti devitalizzati
sbiancamento

PROTESI

Sostituzione delle corone dei denti naturali persi o compromessi per motivi funzionali e/o estetici.

Prestazioni:

  • protesi totale rimovibile (dentiera)
  • protesi parziale rimovibile (scheletrato)
  • protesi fissa in ceramica ancorata a denti naturali
  • protesi fissa in ceramica o in composito ancorata ad impianti
  • toronto bridge protesi fissa in resina avvitata agli impianti
  • protesi rimovibile su barra
dentidonna

ORTODONZIA

Le arcate dentarie, il supporto osseo ed il tono muscolare devono essere in armonia tra loro per ottimizzare le funzioni fonetiche e di masticazione e l’estetica del viso. Quando questo non avviene si instaura una disarmonia morfologica o funzionale che può essere dovuta a fattori costituzionali ed ambientali. L’ortodonzia si occupa della terapia di tali malocclusioni. Prestazioni:

  • Intercettazione e terapia delle malocclusioni con apparecchiature funzionali e con dispositivi fissi anche estetici
  • Terapia ortodontica preprotesica e prechirurgica nell’adulto
ortodonzia

PEDODONZIA

I bambini hanno necessità e problematiche diverse rispetto a quelle degli adulti e devono quindi essere curati in un ambiente specifico e da personale specializzato.

pedodonzia

IMPLANTOLOGIA

Consente di sostituire le radici dei denti naturali con impianti in titanio che vengono inseriti nell’osso in maniera indolore sotto anestesia locale. Il titanio è un metallo altamente biocompatibile e dopo qualche mese gli impianti si osteointegrano stabilmente ( si crea un intimo contatto tra impianto e tessuto osseo). La protesi su impianti ha il vantaggio di mantenere integri i denti adiacenti o evitare di coinvolgere denti di scarsa affidabilità strutturale .

Prestazioni:

  • Implantologia standard
  • Implantologia flapless senza incisioni e senza punti di sutura
  • Implantologia con carico immediato: sono applicati i denti provvisori subito dopo l’inserimento degli impianti
  • Implantologia postestrattiva: inserimento di un impianto immediatamente successivo ad un’avulsione dentaria
  • Implantologia avanzata con ricostruzione verticale e /o trasversale della mascella e della mandibola con innesti ossei , split crest, rialzo del pavimento del seno mascellare (mini-rialzo e grande-rialzo) con utilizzo di osso autologo e biomateriali di ultimissima generazione
  • Implantologia progettata al computer che dimezza la durata del trattamento e la possibile insorgenza di complicanze.
implantologia

PARODONTOLOGIA

Le malattie parodontali colpiscono dapprima le gengive e poi l’osso di supporto dei denti causandone una riduzione in altezza e/o spessore, ed hanno come conseguenza finale la perdita dei denti. Esse sono provocate da alcune specie batteriche, sono strettamente legate agli stili di vita (qualità della igiene orale quotidiana e fumo) e sono influenzate nel loro decorso da alcune malattie tra le quali la più frequente è il diabete. Si chiamano gengiviti se interessano solo la gengiva e parodontiti se interessano anche l’osso di supporto I segni e i sintomi della malattia sono: sanguinamento durante lo spazzolamento e la masticazione, tumefazione e sensibilità della gengiva, alito cattivo, recessione gengivale e riassorbimento osseo con aumento della mobilità dentale. Prestazioni:

  • Terapia non chirurgica: si basa sulla motivazione ad una corretta igiene orale domiciliare, sulla eliminazione dei fattori irritanti batterici diretti (placca batterica e tartaro) dalle superfici dentali e radicolari , sulla eliminazione dei fattori irritanti indiretti (restauro debordante, o carie), sul controllo dello stile di vita (eliminazione o riduzione del fumo) e sul controllo delle eventuali malattie metaboliche in atto.
  • Terapia chirurgica: sarà eseguita come mezzo aggiuntivo alla terapia meccanica non chirurgica per armonizzare la morfologia gengivale, ossea e dentale da un punto di vista funzionale ed estetico

Saranno attuate varie tecniche chirurgiche:

  • Terapia Chirurgica Rigenerativa: l’obiettivo è ottenere un guadagno di tessuto di supporto attorno ad elementi dentari compromessi dalla malattia parodontale
  • Terapia Chirurgica Mucogengivale: l’obiettivo è correggere i difetti di morfologia, posizione e/o quantità dei tessuti molli parodontali
  • Chirurgia Ossea Resettiva: l’obiettivo è rimodellare la struttura ossea per agevolare l’igiene orale domiciliare.
fotolia_49296384_subscription_xl

CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA

Pazienti con gravi atrofie ossee (deficit ossei in altezza e/o spessore) necessitano di interventi di ricostruzione dei mascellari per l’inserimento di impianti che abbiano una buona stabilità. Si eseguono le seguenti tecniche chirurgiche: innesti ossei a blocchi ed interposizionali prelevati da cresta iliaca, dal corpo e ramo mandibolare, mento ecc…, aggiunta di riempitivi altamente biocompatibili e di materiali di rigenerazione ossea, griglie in titanio, osteotomie di Le Fort I, osteodistrazione, grande rialzo del seno mascellare. Inoltre particolare attenzione è posta alla gestione chirurgica dei tessuti molli.

chirurgiacostruttiva